Le “copie di fato” di Monfalcone e dintorni/2


Monfalcone coi suoi dintorni propone sempre volti interessanti.

gerarddepardieu.giorgiobrandolin

Uomini per tutte le poltrone: in questi anni hanno rivestito ogni ruolo possibile. Quello a sinistra (detto anche Brandon Leen) ora è volato a Roma agli ordini del Soviet emilian-bersaniano, l’altro (detto anche De-por-Dieu) è scappato a Mosca alla corte dello Zar.

FurioHonsell.RosyBindi

Prima e dopo la cura. Dalla dolce Rosy al secco Furio ecco i veri misteri della politica italiana: come una immacolata donzella democristiana, tutta casa, chiesa e partito, può diventare un logico e barboso primo cittadino, incomprensibile come un logaritmo.

robertodipiazza.jamesgandolfini

Il vecchio Robi è bello pimpante e la sua lucida pelata muggesana punta da anni a Roma, nella capitale invece il povero Gandolfini ci è rimasto secco, ma noi vorremmo che tornassero tutti e due nella stanza dei bottoni: le rispettive famiglie hanno bisogno di loro.

fabiodelbello.genewilder

Nidi di capelli pieni di sagaci idee: Del Bello sogna di rivoltare la ditta del Pd monfalconese ma i soliti corvacci lo sbeffeggiano mentre Willy Wonka non ne ha bisogno: la sua fabbrica di cioccolato funziona a meraviglia e incanta i bimbi di ogni epoca.

renzotondo.luigidelneri

Uno della Carnia, l’altro della Bassa friulana, Tondo e Delneri hanno un eloquio incomprensibile e sono rimasti ancorati a vecchi schemi tattici su una scacchiera che non funziona più: esonerati senza rimpianti, oggi si godono una pensione d’oro.

Annunci